|  |  |  | 

 
Chi siamo Indagini Sorveglianza Recupero dati Notizie

Nuove misure del Governo di contenimento dei contagi

DPCM 24 ottobre 2020
Il  DPCM 24 ottobre 2020 contiene ulteriori misure restrittive per fronteggiare l'epidemia di coronavirus in Italia. Il provvedimento è in vigore dal 26 ottobre al 24 novembre 2020. Gli aggiornamenti:

Chiusura alle 18 per bar e ristoranti
Le attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono consentite dalle ore 5 alle ore 18, anche il sabato e nei giorni festivi. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone, a meno che non siano tutti conviventi.

Dopo le 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico, mentre rimane consentita la consegna a domicilio. È consentita fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Chiusi teatri e cinema, sale bingo e sale scommesse. Chiusi i parchi divertimento. Accessi contingentati ai musei
Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e altri spazi similari, anche all'aperto. Sono sospese anche le attività delle sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò. Chiusi anche i parchi divertimento e i parchi tematici.

Rimangono aperti i musei e i luoghi di cultura, ma devono seguire le norme di sicurezza e con flussi di visitatori contingentati o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

Vietate le feste, anche dopo cerimonie civili e religiose. Sconsigliato ospitare persone anche a casa
Le feste sono vietate sia al chiuso che all'aperto, anche a seguito di cerimonie civili che religiose. Anche per le abitazioni private è fortemente sconsigliato accogliere persone diverse dai conviventi, se non per motivi lavorativi o di urgenza.

Stop a convegni, congressi e altri eventi: solo a distanza. Cerimonie pubbliche senza pubblico
Vengono fermate anche le fiere, i congressi, i convegni in presenza, che si possono tenere solo a distanza. Le crimonie pubbliche si devono svolgere senza la presenza di pubblico.

Chiusi palestre, piscine, centri benessere e termali
Chiusi anche palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali. Si potrà però fare sport all'aperto, in modo individuale e sempre rispettando il distanziamento sociale di almeno due metri.

Chiusi gli impianti sciistici
Possono essere utilizzati solo dai professionisti per gli allenamenti e dagli amatori, solo se seguiranno le linee guida di Regioni e Cts per evitare assembramenti.

Stop agli sport di squadra
Vengono sospese le attività sportive di squadra, svolte sia all'aperto che al chiuso. Restano invece consentiti gli eventi e le competizioni di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, ma a porte chiuse.

Scuola: superiori con didattica a distanza per il 75%
La scuola del primo ciclo (elementari e medie) e dell'infanzia rimangono in presenza, mentre per le scuole secondarie superiori dovranno adottare la didattica a distanza per il 75% delle lezioni.